La mia esperienza con tre uomini

Qualcuno ci sperava, altri rabbrividivano: no, non si parla di sesso. Concedetemi comunque il titolo provocatorio.

Tanto non mi sembra di svelare chissà quale arcano, sostenendo che il sesso attira l’attenzione dei più.

E’ la verità.

Ecco, quello che vi volevo dire oggi riguarda davvero una mia esperienza con tre uomini, e anche la verità.

deco1

 

Andando in ordine: i tre uomini di cui parlo, sono i miei coinquilini. O meglio, i miei ex-coinquilini.

C’è una differenza sostanziale tra conoscere qualcuno e conviverci, e chiunque abbia condiviso quattro mura con almeno un’altra persona sa di cosa parlo.

Scatta qualcosa di inconsapevole, di spontaneo, nella convivenza.

Un meccanismo al di fuori di ogni logica sensata, per cui svegliarsi la mattina con una faccia da cadavere e ondeggiando fino alla caffetteria non è la migliore delle tue apparizioni in pubblico.

Ma lo fai. Perchè se vivi con qualcuno, davvero, al massimo resisti due settimane, poi le esigenze fisiologiche hanno il sopravvento.

Tornando ai miei uomini, non dico di non essermi fatta qualche scrupolo andando a vivere con tre sconosciuti del sesso opposto.

Una piccola, nascosta e orgogliosa parte di me era intimorita all’idea.

Beh, vi garantisco che quella stessa parte, oggi, di timore ne ha mandato giù un bel po’.

Non mi soffermerò su dettagli domestici, vale a dire pulizie, spese, bollette ecc. Nulla di nuovo, nel bene e nel male, indipendentemente dal sesso.

Quello che mi sento di dire, che proprio proprio non riesco a tenermelo è: donne, andate a vivere con degli uomini.

Sarà molto più istruttivo di quanto crediate.

deco2

Perchè è questo che è successo. Indirettamente, senza volerlo, ci siamo istruiti a vicenda.

O almeno, così mi piace pensare.

Ho visto i miei tre uomini crollare, di fronte all’amore per qualcuno. A discapito della figura forte, autorevole, e soprattutto virile che spesso sono tenuti a rispettare.

Ho girato per casa mia – perchè in effetti ERA casa mia – con pantaloncini cortissimi, praticamente mutande.

Altre volte sono stata io a crollare, a non volerne più sapere, e a prendermi della deficiente da loro quando continuavo frequentazioni che EVIDENTEMENTE mi facevano stare male.

Perchè era la verità.

E’ questo che ho imparato dagli uomini. A dire le cose come stanno.

Certo, spesso loro temono – e invidiano, a parer mio – la nostra pluriennale capacità strategica di manipolazione mentale.

Altrimenti detta: riservatezza.

Però ci si viene incontro, e si impara. Si prendono le misure, e ci si rende conto che essere donne non basta, per poter vivere bene con qualcuno.

Non basta essere nate col 50% di possibilità di preservare in grembo il mistero della maternità. Non bastano le tette, il culo, il sorriso.

Se “non fai un chilo”, come si dice da me, non lo fai e basta.

deco1

La mia esperienza con tre uomini è andata così, sentendomi una volta in colpa per essere una grandissima rompicoglioni, e un’altra la principessa di casa senza la quale non ci si siede a tavola per cena.

Il bene che voglio ad ognuno di loro, lo so solo io.

E’ la verità.

Qui arriviamo, appunto, alla verità.

“La verità è una coperta che lascia scoperti i piedi”.

Un frase che sintetizza perfettamente il fondo di disagio su cui poggia i piedi questo benedetto concetto di “verità”.

Perchè tutti la vogliono sempre, e poi quando ce l’hanno non la vogliono più.

Allucinante.

Sempre pronti – me compresa eh, non scherziamo – a sbraitare agitando le braccia, picchiando i pugni sul tavolo, pretendendo di sapere come stanno realmente le cose.

Bene. Poi, quando lo sappiamo: “Mmh no, sai cosa? Non mi piace, meglio prima”.

Fino al punto in cui non ce la si fa più, di nuovo. E si ricomincia.

La verità, è che la verità non piace mai a nessuno.

Ma guai, guai davvero, a non averla.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...